Piccole città & cultura

Piccole città & cultura

Le cittadine dell’Alto Adige sono per lo più di piccole dimensioni, ma sono tutte ricche di un fascino unico:

Caffè e locali che affacciano su piazze medievali e invitano al riposo, mercati ricchi di colori e profumi, portici e vicoli da esplorare passeggiando lentamente.

Da non perdere a Bolzano è la visita al museo archeologico dove è conservato “Ötzi”, l’Uomo venuto dal ghiaccio, la mummia più antica del mondo.

A Merano è possibile ripercorrere le orme dell’imperatrice Sissi passeggiando sotto i portici tra negozietti e boutique alla moda, per vivere appieno lo spirito di questa cittadina che racchiude in sé cultura tedesca e italiana e dove il clima mediterraneo favorisce il fiorire dei famosi giardini di Castel Trauttmansdorff, ricchi di specie rare.

La città vescovile di Bressanone è la più antica dell’Alto Adige ed è possibile ripercorrerne la storia attraversando piazza del Duomo, passeggiando nelle viuzze del centro storico e visitando l’Abbazia di Novacella.

Chiusa, città degli artisti, giace ai piedi della rupe su cui si erge il maestoso complesso del Monastero di Sabiona.

Brunico, sulla Rienza, è cittadina “sportiva” ma ricca di negozi e caffè lungo le stradine medievali del centro, ed ospita a breve distanza due Messner Mountain Museum.

La cittadina più a nord, a ridosso del Brennero, è Vipiteno, un tempo chiamata la “città dei Fugger”, dal nome di un’antica casata.

Sembra invece uscita direttamente dal medioevo Glorenza, la più piccola cittadina dell’Alto Adige, con le sue mura ancora perfettamente conservate e l'intricato dedalo di vicoli.

Condividete questa pagina
Logout
Registrati adesso e inizia a usare Trip Planner

Creando un account, accetti la nostra Informativa sulla Privacy.